Iniziativa di promozione del formaggio Casatella Trevigiana DOP presso le più influenti pizzerie del Veneto.

SCOPRI
LA CASATELLA
TREVIGIANA
DOP

casatella trevigioana dop header.jpg
 

fresca tradizione,
da sempre!

 
 
 
 

LA ZONA DI PRODUZIONE

 
COLLINE TREVIGIANE.JPG
 
 

formaggio trevigiano
al 100%

 
 

Tutte le testimonianze scritte succedutesi nel corso dei secoli indicano come area di origine della Casatella Trevigiana DOP il territorio attualmente riconducibile alla provincia di Treviso.
L’area trevigiana, infatti, è da sempre vocata alla produzione dei formaggi molli in funzione del tipo di ambiente, pianeggiante e collinare, dei metodi di allevamento, in quasi totale prevalenza vaccino, e della tradizione casearia, che era radicata in quasi tutte le frazioni.

Ancora oggi la mano dell’uomo e l’arte casearia sono fondamentali per la riuscita della tradizionale Casatella Trevigiana DOP che, come espressamente specificato nel Disciplinare di Produzione, la zona di produzione della Casatella Trevigiana DOP è quindi circoscritta al solo territorio della Provincia di Treviso.

Di conseguenza si la raccolta del latte sia la successiva caseificazione devono avvenire nei limiti di tale zona, ciò a garanzia dei tempi ristretti tra raccolta e trasformazione (48h) e del mantenimento dei requisiti qualitativi del formaggio finito.

“Il latte utilizzato per la produzione della Casatella Trevigiana DOP deve essere prodotto in stalle ubicate all’interno della zona geografica corrispondente alla Provincia di Treviso e sottoposto a caseificazione, maturazione e confezionamento all’interno della stessa zona.
I confini della zona di produzione corrispondono ai limiti amministrativi della Provincia di Treviso, che confina a nord con la provincia di Belluno, ad ovest con la provincia di Vicenza, a sud ovest con la provincia di Padova, a sud e sud est con la provincia di Venezia, ad est con la provincia di Pordenone in Regione Friuli-Venezia Giulia.” (art. 3 del disciplinare di produzione).

 

 

fonte: WWW.CASATELLA.IT

LA MATERIA PRIMA

razza bruna alpina.jpg
 
 

il latte

Il formaggio Casatella Trevigiana DOP viene ottenuto dalla trasformazione casearia di latte intero, esclusivamente di origine vaccina e proveniente dalle seguenti razze bovine: Frisona, Pezzata Rossa, Bruna.
Il grasso del latte, parametro merceologico fondamentale per la buona riuscita del prodotto finale, deve rientrare, all’atto della trasformazione, nel seguente valore:

Grasso: superiore al 3.2%

Per quanto riguarda i parametri igienico-sanitari del latte, questi devono essere conformi alle normative in vigore.
Il latte impiegato per la caseificazione del formaggio Casatella Trevigiana DOP deve avere odore e sapore normali e non deve contenere conservanti.
Non è ammesso l’uso di latte colostrale o proveniente da bovine con patologie conclamate.

La razione delle bovine:
La razione delle bovine il cui latte è destinato alla produzione di Casatella Trevigiana DOP deve essere composta almeno per il 90% da mangimi originari della zona delimitata di cui all’art. 3. E’ inoltre vietato l’uso dei seguenti, mangimi, non tipici della zona di produzione: barbabietola da foraggio, frutta e residui della lavorazione di agrumi e olive, lupinella e sulla, ortaggi integrali o residui della lavorazione delle piante di carciofo, cavolfiore, rapa e pomodoro.
Tali mangimi, non di uso tradizionale, possono infatti apportare aromi o fermentazioni anomale nel latte e nel formaggio.
Nelle razioni alimentari delle bovine in lattazione la sostanza secca giornalmente apportata deve provenire almeno per il 60% da foraggi.

Quanto tempo passa tra ma mungitura e la lavorazione?
La conservazione del latte in stalla deve avvenire mediante refrigerazione secondo le disposizioni previste dalla normativa vigente.
La caseificazione deve avere inizio, in ogni caso, entro e non oltre le 48 ore dalla mungitura.

 

 

fonte: WWW.CASATELLA.IT

SCOPRI DI PIU'

 
QUI
CASATELLA TREVIGIANA DOP.JPG